Facebook
Google+
http://www.bandadriatica.com/bandadriatica-e-floating-art-orchestra.php
Twitter
Facebook
Google+
http://www.bandadriatica.com/bandadriatica-e-floating-art-orchestra.php
Twitter
Facebook
Google+
http://www.bandadriatica.com/bandadriatica-e-floating-art-orchestra.php
Twitter

 

Floating Art è un progetto di ricerca e di approfondimento multidisciplinare – ideato e promosso da BandAdriatica – che si prefigge di esplorare le radici comuni delle musiche del Mar Mediterraneo.

Con un procedimento a ritroso, si cerca di risalire alle origini comuni, già riscontrabili in molte espressioni omologhe (melodie, ritmi, strumenti, danze tradizionali, maschere, riti), per sperimentare e aprire, nel percorso di ritorno, a possibili direzioni future della musica, sulla base del confronto vissuto nelle differenti realtà coinvolte.


Scopo finale del progetto è la costituzione di una rete di artisti internazionale che possa veicolare e promuovere in tutte le aree del Mediterraneo – magari anche oltre – una nuova cultura dell’integrazione, attraverso la pratica dell’ascolto.

Floating Art Orchestra, prove

Una comunità forte del percorso di ricerca comune e foriera di pratiche artistiche condivise. Orientata verso ipotesi di arte concreta e sostenibile. Un’arte che si preoccupi di operare nel quotidiano: attraverso proposte di arricchimento autentico e di miglioramento, percepibile nei contesti vissuti dalle persone.

All’interno della rassegna Fineterra, presso il Comune di Otranto, in occasione della 49° Giornata Mondiale della Pace (01 Gennaio 2016), BandAdriatica ha riunito insieme artisti e musicisti, da differenti zone del Mar Mediterraneo, contribuendo a rinnovare lo spirito del più ampio progetto Floating Art, avviato l’anno scorso e tuttora in corso.

Floating Art Orchestra, danza

Per l’occasione, l’Orchestra ha ospitato le straordinarie voci di Savina Yannatou (Grecia) e Saba Anglana (Etiope), i musicisti Rony Barrak (Libano), Nure Dlovani (Armenia), Christine e Yousef Zayed (Palestina), Rachele Andrioli e l’ensemble Sule. Le coreografie erano di Stefania Mariano e Antonella Boccadamo che, insieme, hanno curato una ricerca sulla gestualità tradizionale in chiave contemporanea.

Floating Art Orchestra, pertanto, risulta essere l’espressione più diretta dei precedenti incontri, tra ricerca e performance, in cui la sperimentazione delle sonorità e il confronto fra le tradizioni interessate producono musiche originalissime e dinamiche coinvolgenti.

Floating Art Orchestra, Otranto, Concerto 1 Gennaio 2016

______________________

Immagini: Floating Art Orchestra, prove presso il Centro Don Tonino Bello di Otranto (dicembre 2015) e Concerto per la vita e per la pace, Otranto (1 Gennaio 2016) – ph Giacomo Rosato.

 

Facebook
Google+
http://www.bandadriatica.com/bandadriatica-e-floating-art-orchestra.php
Twitter

32